PAROLA D’ORDINE: VINCERE. I GIALLOROSSI SBANCANO BAKU.

Dopo il pareggio d’esordio in casa ecco la prima vittoria contro il Qarabağ. E Dzeko segna ancora.

Lo volevamo tutti quel successo esterno che mancava da sette lunghi anni, ed eccolo. Finalmente i tre punti fuori casa, preziosi davvero in questo avvio di stagione almeno quanto il pareggio d’esordio con l’Atletico Madrid. E’ vero, la compagine azera certo non ha il blasone di quasi tutte le altre partecipanti ma vincere fuori casa in Champions è sempre un piacere. Da come poi si era messa si sentiva odore di goleada ma come aveva intelligentemente avvisato il mister non bisogna mai pensare di vincere facile.

La cronaca della partita. Solito turn-over necessario sia per gli incontri ravvicinati che a causa di qualche infortunio, rientra Defrel in attacco insieme a Peres, Jesus, Pellegrini e Gonalons. A casa Perotti per l’infortunio di sabato Fazio, Florenzi, De Rossi e Strootman in panchina. Al 7″ colpo di testa vincente in tuffo di Manolas sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 15″ un bel gol in controbalzo di Dezko servito da un ottimo El Shaarawy, tutta in discesa apparentemente. Invece un banale errore di un Gonalons (forse non in serata) permette a Henrique di segnare quello che resterà l’unico gol della squadra di casa.

Ho visto una certa rilassatezza nei nostri dopo l’inaspettato uno-due che poteva essere più pericoloso con squadre esperte. Per fortuna non è stato così. Un secondo tempo più giocato dai padroni di casa che hanno cercato di pareggiare, senza risultati però dato il basso livello tecnico della compagine azera. I tentativi di segnare ancora dei romanisti ci sono comunque stati, ma a differenza del primo tempo non finalizzati.

Sinceramente mi aspettavo un po’ meno “fatica” da parte dei nostri nella gestione del doppio vantaggio, ma come ripeto vincere fuori casa in Champions vale doppio. E come dice Di Francesco è una questione di mentalità che va costruita partita dopo partita. Va bene così, bisognava vincere e così è stato. Adesso il pensiero è tutto per domenica pomeriggio a Milano, partita sicuramente difficile data la “fame” di punti che ha la squadra allenata da Montella.

Bene così. Sempre forza Magica!

18 persone hanno letto questa notizia

Commenti